In Champions arriva la prima sconfitta della Roma, purtroppo il Wolfsburg si dimostra troppo forte per le giallorosse

il
Manuela Giuliano in azione. Credit Photo AS Roma Femminile

Purtroppo l’8 Dicembre si interrompe la striscia positiva della Roma con la sconfitta di qualche ora fa subita in Champions (la prima nella competizioni alla quale le capitoline si erano affacciate fin da Agosto con la fase preliminare prima di arrivare ai gironi) ad avere la meglio sulle Lupe di mister Spugna sono state state le fortissime atlete del Wolfsburg che, ora come ora, comandano incontrastate il girone.

La partita in terra tedesca era partita bene, con le giallorosse che fin da subito avevano imposto il loro gioco, stringendo i reparti e cercando di colpire con Glionna, preferita a Serturini molto pericolosa sulla fascia di destra, come del resto anche Haavi su quella di sinistra. Il reparto difensivo era ben diretto da Linari e Bartoli su tutte, capace anche di salvare sulla linea di porta un goal già fatto che si stava infilando nella porta delle vice campionesse d’Italia, attuali prime in classifica nel nostro campionato.

Con il passare dei minuti nel freddo stadio tedesco dell’AOK, riscaldato solo dall’incessante e pittoresco tifo dei sostenitori di casa, è il Wolfsburg a rendersi molto pericoloso con le sue folate in area della Roma, tanto che una di queste mette in area un pallone (abbondantemente uscito) per la testa di Ewa Pajor, che segna il primo goal delle padrone di casa. Ma non c’è neppure il tempo di poter respirare e realizzare il tutto che arriva puntuale il raddoppio ad opera di Lena Oberdorf.

La Roma è stordita ma mai doma, e riesce momentaneamente ad accorciare con un goalazzo dalla distanza della sua brasiliana Andressa, che da quasi dopo centrocampo vede il portiere Frohms fuori dei pali e fa scoccare un tiro che poi si depositerà in fondo al sacco, nonostante la smanacciata dell’estremo difensore tedesco.

Ma la partita porta brutte sorprese per le nostre Lupe, in poco tempo, infatti, dopo l’illusione di una possibile rimonta sono le tedesche del Wolsfburg a chiudere definitivamente la contesa con un micidiale 1-2 in un fazzoletto di minuti che portano i nomi prima di Lattwein, che per una distrazione di Ceasar in collaborazione con il reparto difensivo delle lupe segna indisturbata di testa, poi è il momento di andare a referto anche per Pajor, dopo una bellissima azione corale ben gestita dal Wolfsburg che detta la sua legge in campo europeo.

A questo punto, la partita prende una direzione ben precisa e purtroppo il goal del 4-2, siglato per la Roma da Roman Haug, conta poco o niente.

Il finale vede le squadre giocare a briglie sciolte, con le padrone di casa nuovamente vicine al goal e con le Lupe che in tre occasioni prima con Haavi poi con Glionna ed infine con Serturini si divorano dei veri e proprio goal già fatti, tanto che alla fine le statistiche dei tiri in porta sarà tutta a favore delle giallorosse che però, purtroppo, non concretizzano e dunque incappano in questa prima sconfitta in Champions.

Ora però non ci sarà neppure il tempo di metabolizzare, ma visto che domenica ci sarà la gara con la Juventus, unica squadra che fino ad ora è stata capace di battere le nostre ragazze in campionato, testa, cuore e rabbia sportiva vanno subito canalizzate in questa direzione, visto che dopo la sosta del campionato ci saranno ben due incontri di Champions molto abbordabili in cui giocarsi gli accessi ai quarti di finale.

Danilo Billi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...