Gravi insulti razzisti in serie C nella gara Jesina vs Vicenza contro Rafiat Folakemi Sule, attaccante veneta. Condannato subito l’episodio

Credit Photo: Vicenza Calcio Femminile

Grave episodio di razzismo, che non dovrebbe verificarsi mai, nel calcio femminile italiano e nel mondo dello sport tutto. E’ accaduto durante la sfida di serie C girone B, mentre si giocava il match tra le padrone di casa dello Jesina e le ospiti del Vicenza Femminile. Tra le giocatrici venete è stata presa pesantemente di mira l’attaccante Rafiat Folakemi Sule, da beceri individui presenti sugli spalti, che le hanno indirizzato insulti vergognosi e razzisti. Secondo noi, l’episodio è totalmente da condannare, visti i progressi per l’integrazione fatti negli ultimi anni. In particolare, il calcio femminile non è avvezzo a questo tipo di comportamento sopra le righe, che non fa onore alla sportività, a tutta la tifoseria e al movimento che segue da anni la stessa Jesina calcio.

La società marchigiana ha preso subito le distanze pubblicamente e tramite la sua pagina Facebook ufficiale ha pubblicato la seguente nota:

“La società Jesina Calcio Femminile, unitamente a tutti i propri tesserati, intende prendere le distanze nella maniera più assoluta e decisa da quanto verificatosi nel corso della partita odierna ed in particolare dalle frasi deplorevoli che sarebbero state proferite nei confronti di una giocatrice del Vicenza da soggetti non facenti parte della nostra società e quanto mai lontani dai nostri valori morali. Esprimiamo, quindi, la nostra più totale solidarietà e vicinanza alla vostra giocatrice, nella speranza che simili episodi non si verifichino più in futuro”.

Solidarietà è stata espressa anche dall’Associazione Italiana Calciatori che esprime incondizionata la sua vicinanza alla calciatrice del Vicenza Calcio Femminile Rafiat Folakemi Sule:

“Non possiamo più tollerare episodi come questo” – ha dichiarato Chiara Marchitelli, Responsabile AIC Calcio Femminile e Consigliere Federale – “così come non possiamo più tollerare la presenza di questi personaggi all’interno dei nostri stadi. Piena solidarietà alla calciatrice Rafiat Folakemi Sule” – ha concluso – “con l’augurio che i responsabili di questo brutto gesto vengano presto individuati e allontanati dalle manifestazioni sportive”.

Danilo Billi

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...