Intervista all’attaccante Giorgia Miotto che passa dalla serie A alla serie B, dove arriva in prestito al Cesena fino al termine della stagione 

Credit Photo: Cesena Femminile

-Ciao Giorgia, come ti sei avvicinata al calcio femminile e quali sono state le tappe della tua carriera?
“Ho iniziato a giocare all’età di 6 anni, durante un torneo del paese, dopo che mio padre, vedendomi lì seduta a bordo campo a scherzare con i miei amici, chiese al mister di farmi giocare 5 minuti. Da quel 1 Maggio 2008 non sono più uscita dal rettangolo verde: iniziando dai primi calci, piccoli amici ed esordienti nel ‘Condor’, per passare in seguito al Pordenone femminile, dove ho disputato il campionato giovanissimi maschile, per poi passare al Tavagnacco. Nel 2020 sono poi arrivata all’Empoli, entrando così nel mondo delle “grandi”. Ho disputato la scorsa stagione al Milan, e quest’anno sono stata in prestito prima al Pomigliano e poi al Cesena”.

-Perché hai deciso di scendere in categoria?
“Ho scelto di scendere in categoria perché voglio ritagliarmi lo spazio e la continuità che in serie A non sono riuscita ad avere. È una nuova sfida che ho voluto affrontare per aggiungere anche esperienza a livello di gioco. Ho deciso, quindi, per Cesena perché è una realtà che da spazio a molte giovani, è la società sorpresa di questo campionato, e non penso sia un caso. Lavora bene con uno staff preparato e a disposizione”.

Credit Photo: Cesena femminile

-E’ stato facile per te cambiare in corsa e come ti stai trovando con squadra e mister? 

“Cambiare in corsa non è mai facile, venendo qui ho trovato un ambiente semplice ma deciso, nel senso che tutte le ragazze hanno qualità e sanno dove si può arrivare. Quindi si lavora tutte con lo stesso obiettivo”.


-Nel tuo ruolo di attaccante qual è la formula magica per incunearti nelle difese avversarie? 

“Non ho una formula ben precisa, in realtà se non ci penso le cose mi vengono più naturali. Però se devo trovare una peculiarità direi gli inserimenti”. 


-In tanti dicono che questa serie B sia, in particolare modo in questa stagione, salita di livello, tu come l’hai trovata venendo dalla serie A? 

“Devo essere sincera, sono rimasta anch’io un po’ stupita, se si può dire così, del livello della serie B di quest’anno. Se ripenso agli anni scorsi si capiva presto chi sarebbe salito, mentre quest’anno ci sono 6/7 squadre che si stanno giocando la promozione partita dopo partita. Quest’anno i passi falsi pesano di più rispetto agli anni scorsi”.

-Cosa ti ha colpito in particolare della tua nuova squadra? 

“Della squadra mi ha stupito che a inizio anno nessuno la dava come potenziale protagonista del campionato. Quindi direi che la tenacia di affermarsi e dare non solo fastidio ma anche filo da torcere alle “favorite” che le ragazze e la società ci stanno mettendo mi ha colpito”.

Credit Photo: Cesena femminile

-Chi è Giorgia Miotto fuori dal terreno di gioco? 

“Giorgia fuori dal campo è una ragazza che frequenta l’Università. Quindi studia si ma le piace anche andare a visitare le città vicine e, soprattutto, assaggiare i piatti tipici. È una ragazza a cui piace stare in mezzo alle persone anche semplicemente per una serata al bowling o cose simili”.

-Sei social? Se sì, quali usi maggiormente? 

“Devo essere sincera, non sono troppo social perché posto poco magari, però ultimamente sono più attiva su Instagram. Comunque passo molto tempo sia su Instagram sia su Tiktok”. 

Danilo Billi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...